Ciao Drag Queen: i 4 elementi

Ogni volta si esce dal Jem con la consapevolezza di aver partecipato ad uno spettacolo inimitabile, con l’allegria di aver trascorso tre ore di divertimento e spensieratezza e soprattutto con la sensazione che non vi sia margine di miglioramento tanta bravura e professionalità sia evidente in questo format.

Eppure ogni volta alla puntata successiva ci si rende conto che Max Extremis, Princess Queen e Gina Lellafrigida sono dei veri professionisti che decidono  un argomento e lo propongono sotto mille sfumature inimmaginabili ed è così che GLI ELEMENTI DELLA NATURA (aria acqua fuoco e terra) si sono scontrati in tantissime sfide emozionanti e divertenti ed anche se sembrava in pole position il team fuoco e terra capitanato da Dorian Minuit la sfida è stata vinta dal team Aria Acqua capitanata da Darking a dimostrazione che la sfida è sino all’ultimo minuto

L’ingresso di Madame Curie e consorte lei vestita con un abito da sogno creato dallo stilista Manuel Bagna è stato solo l’assaggio per le successive creazioni che abbiamo visto ad iniziare dall’out fit curato in ogni minimo particolare del Dottor Max ed all’abito indossato da Jakye Sparkli’Dimond in rappresentanza del fuoco e quello indossato da La Torbida Morena per l’aria – fantasia, bravura, originalità e tanta professionalità da questo giovane ragazzo che riesce a trasformare un pezzo di stoffa in un opera d’arte


Nella giuria professionale e di qualità in questa serata Gloria Corradino make-up artist Manuel Bagna costumista e la quarantenne più bella d’Italia Barbara Morris Piazza Presidente di giuria la Drag Queen Lilly More che ci ha anche deliziati con una sua performance.

Ospiti della serata le Drag Queen Jessica P e Lella Bloom oltre al mentalista Butini Marco che ha lasciato il pubblico letteralmente bocca aperta

Le preferite dal pubblico Morgana Black ed Althea alla sua prima esperienza ed apprezzata soprattutto per la sua grazia e signorilità

Appuntamento al 19 gennaio per le semifinali – ma non c’è da aspettare così tanto per poter gioire e divertirsi con questi artisti perché il 14 dicembre al Jem Music Club di Via Virle 11 ci sarà la CENA CON DELITTO i posti sono limitati e quasi esauriti quindi affrettatevi!

SEMPRE DI PIU’ INSIEME PER I BIMBI DEL REGINA MARGHERITA

“voglio ringraziare tutte le persone che sono qui oggi perché ci dicono e ci dimostrano che questa è una città solidale.  Questo è motivo di orgoglio per l’intera comunità che ho l’onore di rappresentare” questa la dichiarazione di Chiara Appendino presente all’evento durante il quale  ha ballato sorriso cantato e gioito con tutti i volontari nel piazzale di fronte al Regina Margherita insieme anche al governatore Sergio Chiamparino. 

Ogni anno sono sempre di più e quest’anno alla IX edizione del Raduno dei Babbi Natale più grande d’Italia dai 2.000 della prima edizione ne sono arrivati nel piazzale di fronte all’Ospedale Regina Margherita ben 20.000

Il ritrovo era fissato per le ore 10.15 presso il parcheggio del Palavela in collaborazione con Decathlon e gruppo sportivo Alpini sezione di Torino per la partenza della camminata accompagnata da musica alla stessa ora in via Lagrange si peparavano invece i Babbi Natale in bicicletta con gli amici di Bici e dintroni (ci teniamo a dire che ToBike e MoBike hanno offerto l’uso gratuito delle bicilette a chi ne era sprovvisto)

All’arrivo in Piazza Polonia con balli canti e cori gospel ed alle 12 circa anche l’arrivo dei Babbi Natale in moto del Mo.vi di Beinasco


Non sono mancati nemmeno quest’anno gli spettacolari “eroi” di EdiliziAcrobatica che si sono calati dai tetti del Regina Margherita per la gioiga dei bimbi ricoverati che li aspettavano e li ammiravano dalle finestre dell’ospedale Obiettivo del raduno era di raccogliere almeno 500mila euro per finanziare l’upgradin della Risonanaza Magnetica dell’ospedale.
Una nuvola rossa e bianca provenienti non solo da Torino e cintura ma anche persone da altre città d’Italia che hanno voluto esserci e passare una domenica diversa.